Il castello blu, di Lucy Maud Montgomery


Titolo: Il castello blu
Autrice: Lucy Maud Montgomery
Editore: Jo March
Data di pubblicazione: 1 giugno 2017
Pagine: 240
Costo: € 14,00

Descrizione:

L'immagine che Valancy Stirling vede riflettersi nello specchio è una figura tristemente scolorita. Ha quasi trent'anni e non ha un marito: quanto basta a renderla motivo di imbarazzo per la sua ingombrante famiglia. Valancy vive secondo le regole imposte da una madre bigotta e accoglie con remissione le scelte che altri fanno per lei. C'è un luogo dei suoi sogni, però, dove si sente libera: il suo "castello blu". La sconvolgente diagnosi di una malattia cardiaca fatale la spinge, però, a uscire dal suo bozzolo di timore e a cercare nel mondo il suo castello: prima, sul limitare di quella "landa desolata" dove abitano i reietti della comunità - Cissy Gay, una ragazza madre malata di tubercolosi, e suo padre Abel, un impenitente alcolista; poi, ancor più lontano, sul Lago Mistawis, dove vive soltanto lo sregolato Barney Snaith, che tutti reputano un criminale in fuga. Ambientato nel Muskoka, dove specchi d'acqua, isole velate dalla nebbia, cascate scroscianti e boschi inestricabili si fondono nel magico silenzio della natura canadese.


Recensione:

Valency Stirling è una donna di 29 anni, non è sposata e vive con la madre e una cugina in una triste casa di mattoni rossi.
Dorme in una stanza squallida, è sottomessa al volere della famiglia composta per lo più da persone decisamente sgradevoli. Valency spesso viene ignorata o snobbata, presa in giro per il suo stato di single o il suo aspetto fisico, insomma, non ha una vita facile e si concede un'esistenza splendida in un bellissimo castello blu in Spagna solo nei suoi sogni quando si ritrova nella sua stanza di notte, l'unico momento della giornata veramente suo. Il resto del suo tempo è obbligata a trascorrerlo con la madre a lavorare o a cucire perché in casa Stirling l'ozio non è ammesso.
Valancy quindi non puo mai trascorrere del tempo da sola, non può leggere quando e quanto vuole, è obbligata a vestirsi e pettinarsi in un certo modo, non può lamentarsi, piangere, non ha una vita sua ed è continuamente vessata dalla madre, una donna decisamente impossibile, e come se tutto ciò non bastasse, ad un certo punto le verrà comunicato che sta per morire a causa di una malattia cardiaca.

A questo punto la situazione cambia: Valancy non ci sta più a farsi trattare male ed a essere lo zimbello di tutti e  inizia a rispondere per le rime alle offese. La famiglia ne rimane totalmente sconvolta, ma per lei inizia il periodo più bello della sua vita.

Questo libro per me è stata una vera sorpresa. Conoscevo l'autrice grazie alla serie dedicata a Anna dai capelli rossi e quindi pensavo fosse una scrittrice per ragazzi, invece in questo caso ci ha regalato un meraviglioso romanzo per adulti, un romanzo con personaggi ben delineati le cui descrizioni sia fisiche che del carattere ce li fanno conoscere in tutta la loro piccolezza, la loro cattiveria. Il loro modo di rapportarsi con la gente è falso e pieno di preconcetti, sono antipatici e decisamente ipocriti.

Valancy è naturalmente il personaggio che più ho apprezzato. la forza di volontà che l'ha spinta a ribellarsi alla famiglia è notevole, la donna si concede una nuova vita trovando alla fine il suo vero castello e scrollandosi dalle spalle il peso di una società falsa, pesante e noiosa.

E' una figura positiva, la Valancy reale è quella che lascia la famiglia, è la donna che si ribella alle convenzioni sociali, è una donna forse non bella fisicamente, ma con un cuore buono e grande che la sua famiglia non ha mai saputo apprezzare.
Di questo libro poi mi sono piaciute tanto le numerose descrizioni dell'ambiente fisico in cui si svolge la vicenda. La bellezza incontaminata del Canada irrompe nel racconto con tutta la sua grandiosità. la neve, il vento, i boschi diventano i veri padroni della scena, Valancy grazie a loro si trasforma, si fa sempre più forte, più determinata, quasi fosse una creatura nata dal bosco stesso, un elfo libero finalmente di vivere in pace e senza costrizioni.

Il finale di questo libro poi è stata una piacevole sorpresa, ma non voglio svelare nulla. 


Il castello blu è un romanzo splendido, una vera chicca.

Con il suo modo di scrivere la Montgomery trasporta il lettore in un mondo di fiaba, sembra davvero di entrare in un mondo di sogno, quel sogno che Valancy ha rincorso per tanto tempo.
E' un libro che si lascia leggere facilmente, un romanzo incredibile che consiglio a tutti, specialmente a chi è romantico e sognatore, ma attenzione, ve lo dico chiaramente. Non è un Romance.

4 commenti:

  1. Laura è da tempo che volevo leggere questo romanzo. Mi fa piacere che ti sia piaciuto. Lo segno perché lo vidi tempo fa e mi dimenticai il titolo ora non me lo faccio scappare! Baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi. Io l'ho adorato

      Elimina
  2. Laura anche io come te conoscevo questa autrice solo per i volumi su anna dai capelli rossi. che scoperta!
    chi lo avrebbe detto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bellissima scoperta, te lo assicuro.

      Elimina