Illuminae di Amie Kaufman e Jay Kristoff


Titolo: Illuminae
Autori: Amie Kaufman e Jay Kristoff
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 18 ottobre 2016
Pagine: 599
Costo: € 22,00 cartaceo

Descrizione:

Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso. Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto della... una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga. Alcuni giorni dopo, però, un mortale... mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe... pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a... strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.

Recensione:

La fantascienza non mi piace, non mi è mai piaciuta e probabilmente non mi piacerà mai: La mia conoscenza dell'argomento non va oltre Star Wars e dopo aver visto la prima trilogia di film(che poi è diventata la seconda, perché la seconda è diventata la prima, accidenti che confusione) e la seconda (per favore ditemi che avete capito perché non riesco a spiegarmi meglio di così) gli ultimi film li ho evitati come la peste, perchè va bene tirarla per le lunghe, ma quando è troppo è troppo.

Torniamo però al libro.
Non so bene cosa dire di questo libro.
Ho trovato la lettura davvero difficoltosa. I protagonisti non mi sono piaciuti un gran che. Kady, la ragazza, l'ho trovata piuttosto fastidiosa mentre il suo ex ragazzo, Ezra Mason mi ha dato l'impressione di uno che ci sta poco con la testa. 
Il loro pianeta è stato distrutto e si sono salvati per miracolo scappando grazie a tre astronavi che hanno caricato a bordo i superstiti. Da questo momento inizia per le tre astronavi una fuga rocambolesca nel tentativo di sfuggire all'astronave Lincoln appartenente alla corporazione BeiTech che ha guidato l'attacco al pianeta di Lady ed Ezra per interesse.
All'interno delle tre astronavi ne succedono di tutti i colori, ma soprattutto Aidan, l'Intelligenza Artificiale che dovrebbe guidarli alla salvezza inizia ad avere dei problemi non indifferenti.
Insomma, 599 pagine di guai. Dall'inizio alla fine i due ragazzi dovranno affrontare non pochi disastri per garantirsi la sopravvivenza.

Come ho fatto a leggere questo libro non lo so.
Probabilmente ci sono riuscita perchè i due scrittori che hanno concepito questa storia non hanno usato un metodo convenzionale per scriverlo.
Il libro è composto da una serie di interviste, trascrizioni di chat, verbali militari, scambi di mail, il diario personale di Kady che è forse la parte che mi è piaciuta di più e le trascrizioni dei colloqui fra Kady e Aidan. E poi ci sono loro, le mie pagine preferite: quelle quasi vuote, con poche frasi, con disegni che hanno reso la lettura decisamente più veloce.
Se fosse stato scritto e poi stampato come tutti gli altri libri sarei corsa dalla mia bibliotecaria e in ginocchio l'avrei implorata di riprenderselo.
I due autori hanno avuto molta fantasia, mentirei se dicessi il contrario, ma è un libro che non mi ha lasciato nulla. Non mi ha emozionato, non ha suscitato il mio interesse, non sento il desiderio di sapere cosa succederà in futuro a Kady o Ezra, non voglio sapere come finirà la loro storia e quindi non penso di leggere gli altri due libri a meno che non ne sia proprio costretta.
Tra l'altro il finale mi ha lasciato spiazzata confermando l'opinione che mi ero fatta sui protagonisti.

Di 599 pagine salverei solo qualche frase di Aidan, l'Intelligenza artificiale che in alcuni casi mi è sembrata più umana degli umani, più consolatoria, più empatica.

Niente cessa di esistere. L'energia non perisce, cambia semplicemente forma. Quelli che ami, quelli che perdi, continueranno ad esistere finché esiste il cosmo.


Commenti

  1. io come avrai capito dai miei vari commenti, ho amato tantissimo questo libro benché non sia un'appassionata di fantascienza.
    Capisco però il tuo punto di vista soprattutto se questo genere non è nelle tue corde, però la tua recensione è scritta benissimo perché metti in chiaro cosa non hai apprezzato della storia anche se le riservi i giusti crediti.
    Personalmente non vedo l'ora di continuare, mi sono fatta regalare l'intera trilogia, e spero di riuscire a leggere gemina quanto prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento Chicca. Sono curiosa di leggere le recensioni che scriverai sui prossimi due libri.

      Elimina

Posta un commento