Agatha Raisin e il veterinario crudele di M. C. Beaton


Descrizione

Agatha Raisin, una cinquantenne imperfetta e per questo adorabile, che ha deciso di chiudere la propria società di PR per ritirarsi in campagna, è in dubbio se restare a Carsely o abbandonare tutto e tornare a Londra. La vita nei Cotswolds è un po' noiosa e i suoi tentativi di ammaliare James Lacey, il suo affascinante vicino, falliscono uno dopo l'altro. Nel frattempo scopre che in paese è arrivato un nuovo veterinario, nella cui sala d'aspetto c'è sempre una lunga fila di donne... Un po' per competizione, un po' per far ingelosire James, Agatha porta il suo sanissimo gatto a fare una visita e ne esce con un invito a cena. Ma la storia dura poco perché il veterinario muore in seguito a un incidente. Morte accidentale o omicidio? L'unico modo che Agatha trova per riallacciare i rapporti con James è quello di convincerlo che giocare ai detective può essere divertente. Il gioco comincia...

Recensione

Irriverente, rompiscatole, fastidiosa e perennemente a fare domande, Agatha è la protagonista di una serie di gialli divertenti e molto accattivanti.
Smessi i panni di Pr agguerrita Agatha lascia Londra per trasferirsi nei tranquilli Cotswolds dove la vita le appare parecchio noiosa, ma dove scopre un tipo di vita più rilassante e familiare. Naturalmente l'arrivo di un aitante veterinario scuote un po' gli animi femminili, tanto che un nutrito gruppo di donne comincia a frequentare l'ambulatorio con la scusa di far visitare i propri animaletti domestici. Naturalmente Agatha decide di portarci il suo gatto, anche perché l'uomo su cui ha posato gli occhi sembra non accorgersi di lei e quindi vuole trovare qualcuno che la distragga dai suoi sogni romantici. Il veterinario in questione però nasconde tanti segreti e naturalmente farà una brutta fine e Agatha non si farà scrupoli di ficcare il suo nasino negli affari degli altri per trovare i colpevoli anche rischiando la propria vita.
Ho trovato il romanzo godibile, è scritto in modo semplice, ma brillante e capace di far ridere e divertire.
Agatha Raisin è una forza della natura, combina pasticci e guai a non finire, ma non si può non amare. incarna numerosi difetti umani, non è decisamente un'eroina perfetta, ma è proprio questa sua caratteristica che mi attrae di più, inoltre mi piace molto anche le descrizioni dell'ambiente fisico in cui vive, un ambiente amichevole e familiare dove tutti si aiutano e si prendono cura di chi è in difficoltà o in pericolo come accade ad Agatha e dove fioriscono pettegolezzi di ogni sorta con donne che si disputano continuamente i pochi scapoli della zona. E' una lettura piacevole, utile per trascorrere i pomeriggi festivi di questa calda primavera.

Commenti