Tu leggi? Io scelgo! ...#1 Magari domani resto di Lorenzo Marone




Ho deciso di partecipare ad una nuova iniziativa  mensile pensata da Chiara e Rosaria. La regola è molto semplice: scegliere un libro da un blog fra quelli che partecipano a questa rubrica, Leggerlo e recensirlo.
Per il mese di Aprile random mi ha assegnato il blog di Chiara e la mia scelta è ricaduta su un libro di Marone .



Descrizione

Luce, una trentenne napoletana, vive nei Quartieri Spagnoli ed è una giovane onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Fa l'avvocato, sempre in jeans, anfibi e capelli corti alla maschiaccio. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo, un avvocato cascamorto con il pelo sullo stomaco. Come conforto, le passeggiate sul lungomare con Alleria, il suo cane superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con il suo anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l'affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. All'improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare. La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma forse è l'occasione per sciogliere nodi del passato e mettere un po' d'ordine nella capatosta di Luce. Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito il vento che gli diceva di fuggire, o magari restare?

Recensione

Può capitare a volte di leggere un libro solo perché si è deciso di partecipare ad una iniziativa e rimanere a bocca aperta. Si deve scegliere tra tanti libri, e allora perché non provare con Magari domani resto? Ne hanno parlato così bene...
E ci si ritrova a divorarlo, a voler sapere a tutti costi come va a finire, ad amare i personaggi, a commuoversi ad ogni pagina e a dover fare scorta di fazzoletti.
Il libro è ambientato a Napoli. Luce, la protagonista, è una tosta, crescere nei Quartieri Spagnoli le ha indurito l'anima e  il corpo, la resa abbastanza forte da sopportare tutti i dolori che la vita le ha inferto, ha sofferto per l'abbandono del padre.

Certe volte mi pare di essere solo il risultato di quello che ho vissuto. Sono un insieme di abbandoni.

Il fratello se ne è andato e con la madre ha uno strano rapporto fatto di silenzi e rancori.
E poi c'è, o meglio c'era, la nonna di cui Luce ha un ricordo bellissimo, una dona sempre pronta ad aiutarla, comprenderla e capirla.
Napoli però è una città dura, che non fa sconti a nessuno e Luce si deve scontrare ogni giorno con la sua realtà e inizia ad esserne stanca, a sentire il desiderio di andarsene, di cercare altrove quella stabilità che la sua città non le offre perché se nel suo lavoro di avvocato è abbastanza dura, nella vita al di fuori dello studio si sente sola, come se il mondo andasse avanti senza rendersi conto che c'è anche lei.
La vita può però riservare sempre delle sorprese ad un certo punto Luce si ritroverà circondata da persone con cui fino a poco tempo prima nulla aveva a che fare e per lei è una nuova rinascita, un nuovo modo di affrontare la vita e forse allora si potrebbe anche pensare di rimanere in una Napoli sgarruppata, dove si parla un dialetto a volte incomprensibile, ma anche divertente, una città con un'ironia tutta sua, dove le cose belle possono arrivare quando meno te lo aspetti, dove anche una rondine può dare un significato di verso alla tua vita e puoi incontrare l'amore quando meno te lo aspetti.
E mentre Luce ti racconta la sua vita ridi e piangi. Sono questi i libri che mi piacciono di più, i libri che quando finisco mi fanno pensare, che mi lasciano sospesi come se i personaggi avessero ancora qualcosa da dire, perché dietro a quel Magari domani resto sai già che c'è un futuro tutto da scrivere.

           In fondo, quante vite ognuno di noi può vivere? se non proviamo, non lo sapremo mai...

In un periodo in cui Luce non è convinta della direzione che ha preso la sua vita, ha la fortuna di costruire attorno a sé  una specie di nuova famiglia e non sarebbe male sapere dove tutto questo la porterà, perché Luce, attraverso le parole di Marone ha il potere di entrarti nell'anima e nel cuore, ritrovandosi così a tifare per lei e ad essere un pochino più soli terminato il libro.

Le famiglie speciali non esistono Kevin, esistono le persone speciali. Con un po' di fortuna qualche volta se ne incontra una. Ed è già tanto.


Qui sotto allego il calendario delle recensioni che potete trovare sugli altri blog che aderiscono all'iniziativa.



Commenti

  1. Per me questo rimane il libro più bello che ho letto di Marone. Me ne mancano ancora alcuni però.

    RispondiElimina
  2. Continuo ad essere dell'idea che Marone non faccia per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora meglio lasciar perdere! Mai leggere un libro se non si è convinti.

      Elimina
  3. Questo libro mi incuriosisce moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora te lo consiglio vivamente!

      Elimina
  4. Bellissimo il romanzo e bellissima la recensione! Molto brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie e ancora grazie. Detto da una professionista come te mi riempie di gioia.

      Elimina
  5. Concordo con Rosaria, credo che non faccia per me, anche se sento parlare sempre e solo bene dell'autore Y_Y Peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora passa oltre, mai perdere tempo con libri che non ti convincono.

      Elimina
  6. E anche questo libro finisce nella lista dei libri da leggere... bellissima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo Wish List interminabili. Te lo consiglio caldamente perché è bellissimo.

      Elimina
  7. Felicissima che questo libro sia piaciuto molto anche a te. Anche della tua partecipazione a questa rubrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è un piacere per me partecipare a questa rubrica. mi diverto molto.

      Elimina
  8. il libro non lo conoscevo ma ora lo metto subito in lista. Questa rubrica è un'idea geniale! mara Blog romance e altri rimedi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. trovo anch'io che sia geniale. Mi piace molto.

      Elimina
  9. Libro letto lo scorso anno. Mi piace tantissimo Marone e questo libro è stata una conferma. Il mio preferito continua ad essere La tristezza ha il sonno leggero😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece devo ancora leggerlo, ma ne ho talmente tanti in Wish List che mi ci vorrebbero 10 vite per leggerli tutti.

      Elimina
  10. Mai letto nulla di suo, ma sembra davvero bello questo libro <3

    RispondiElimina
  11. Di Marone ho sempre sentito parlare solo bene e l'anno scorso ho letto la tentazione di essere felici e l'ho adorato. Spero di riuscire presto a leggere anche gli altri suoi libri!

    RispondiElimina

Posta un commento