Ogni giorno ha il suo male, di Antonio Fusco



Descrizione

La sonnacchiosa provincia toscana di Valdenza è improvvisamente scossa dall'omicidio di una donna che viene ritrovata in casa, in una posizione innaturale e con una fascetta stringicavo attorno al collo. Si pensa subito al movente passionale, ma all'occhio esperto di Casabona, il commissario incaricato del caso, qualcosa fin da subito non quadra: troppi elementi diversi sulla scena del crimine, troppi particolari contrastanti. Schivo, ma con una forte carica umana, reso cinico da troppi anni di mestiere alle spalle, Casabona capisce ben presto che l'omicidio è solo l'inizio di un vortice di morte: un gioco molto pericoloso in cui le regole sono quelle stringenti e folli di un serial killer. E Casabona non può che accettare la sfida. "Chiediti perché e troverai il movente e se troverai il movente sarai vicino all'assassino": seguendo questa frase come un mantra e con l'aiuto dell'affascinante collega Cristina Belisario, Casabona cercherà di venirne a capo e per farlo sarà obbligato anche a una profonda riflessione sull'impotenza dell'essere umano rispetto alle conseguenze delle proprie azioni.

Recensione

Le dolci colline toscane sono scosse da efferati omicidi, il commissario Casabona deve risolverli, ma il serial killer è molto furbo e sembra sempre che riesca a farla in barba a tutti.
Siamo di fronte ad un noir ben costruito, Casabona sa come indagare, raccogliere indizi, il caso non è facile e ogni tanto si lascia prendere dallo sconforto, ma non si arrende mai.
Catturare un serial killer è complicato, potrebbe essere chiunque , ogni abitante del paese potrebbe aver commesso i delitti e per risolverli bisogna anche capire le motivazioni che spingono il killer a uccidere.
Attraverso una continua analisi degli indizi e ad una trama forte Fusco riesce a tenere desta l'attenzione del lettore: importanti richiami storici, un profilo psicologico del criminale e le sfide continue che il criminale lancia a Casabona spingono il lettore a proseguire, un lettore che si scopre sempre di più curioso di sapere come va a finire. Ed in effetti l'incastro degli indizi raccolti mi ha tenuto con il fiato sospeso.
I personaggi sono credibili,  Fusco è molto abile a descriverci le loro frustrazioni soprattutto quando si scontrano con l'abilità del killer di scomparire subito dopo aver commesso i delitti. Il commissario e i suoi colleghi sono normalissime persone, con pregi e difetti, persone che affrontano la loro vita e la loro quotidianità senza l'atteggiamento da super eroi ma come un qualunque essere umano e non si può fare a meno di amarli e di parteggiare per loro. 
Un noir da consigliare.

Commenti

  1. Ho i primi due libri della serie ma ancora non li ho letti. Il tempo è sempre troppo tiranno per chi come me fa altro, purtroppo, oltre che passare le sue giornate a leggere! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono fortunata, sono a casa, ma mi ricordo che quando andavo a lavorare riuscivo a leggere pochissimo. quindi ti capisco e ti ammiro per quello che riesci a fare.

      Elimina
    2. Che bello! Se potessi starei a casa invece mi tocca tenermi stretto il mio lavoro :(

      Elimina
  2. Sembra appassionante, cara Laura. Grazie della recensione!
    Susanna

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Un altro libro da aggiungere alla pila sul comodino ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me il tuo comodino comincia a scricchiolare!

      Elimina
  5. Ciao Laura come va? Ci siamo conosciute a Tempo di Libri e finalmente ho trovato due minuti per passare da te! Di Antonio Fusco non ho letto ancora nulla ma ne sento parlare sempre molto bene quindi prima o poi devo decidermi a dargli una possibilità! Nel frattempo ho letto la tua recensione e lo segno! Sono una nuova followers se ti va di passare da me ti aspetto! Baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, grazie per il tuo commento. Sono già una tua follower perché il tuo blog mi piace tantissimo. E' stato un piacere conoscerti.

      Elimina
  6. Ciao Laura come va? Ci siamo conosciute a Tempo di Libri e finalmente ho trovato due minuti per passare da te! Di Antonio Fusco non ho letto ancora nulla ma ne sento parlare sempre molto bene quindi prima o poi devo decidermi a dargli una possibilità! Nel frattempo ho letto la tua recensione e lo segno! Sono una nuova followers se ti va di passare da me ti aspetto! Baci Rosa

    RispondiElimina

Posta un commento