Nessun dorma...fuori, di Pasquale Sgrò


Titolo: Nessun dorma...fuori
Autore: Pasquale Sgrò
Editore: Mauro Pagliai
Data di pubblicazione: 19 giugno 2018
Pagine: 160
Costo: cartaceo € 13,00

Descrizione

Torna l'ispettore Felicino, stavolta alle prese con due morti sospette che scuotono la sonnolenta estate versiliese: i decessi, apparentemente casuali, rivelano ben presto un inquietante filo conduttore comune. Un teatro d'avanguardia, dove si rappresenta un'opera ambientata nel triste mondo dei senzatetto, e uno splendido yacht proprietà di un facoltoso armatore, sono gli sfondi dell'indagine che impegna Felicino, preso di mira da un cronista locale per il suo rapporto di amicizia con la sindacalista Lella Pieri. Assieme al coraggioso ispettore del lavoro, protagonista della vicenda è la Versilia del canale Burlamacca e della Darsena, con le sue trattorie, i suoi pescatori, e i tanti personaggi che spesso hanno qualcosa da nascondere.




Recensione

Un giovane attore esordiente muore impiccato durante una rappresentazione teatrale e ad una prima analisi sembra che l'incidente sia

quanto meno configurabile in un infortunio sul lavoro, verificatosi per l'inadeguatezza delle misure di prevenzione e protezione necessarie.


Ed è per questo motivo che Carlo Felicino, Ispettore del lavoro della Procura della Repubblica inizia ad indagare.
Portare avanti l'indagine non è facile però, pochi sono gli indizi e solo scavando nella vita privata dell'attore si riesce ad arrivare alla soluzione del caso che si rivelerà essere un omicidio.
Non solo, mentre Felicino indaga sulla morte dell'attore viene trovato un altro cadavere, quello di un senzatetto annegato nel canale. Ma cosa lega le due morti?



L'Ispettore Carlo Felicino, il protagonista, nasce dalla penna di Pasquale Sgrò. Felicino è un uomo scrupoloso, pignolo, un vero investigatore che non lascia niente al caso. Le sue sono indagini approfondite e si avvale dell'aiuto di una squadra di esperti dimostrando quanto possa essere utile collaborare per arrivare alla soluzione di casi complicati superando rivalità e invidie per il bene comune.

Ed è per questo che accanto a Carlo Felicino troviamo un Poliziotto, Orazio Pesce, un Vigile del Fuoco esperto, Nanni Appresti e un Maresciallo dei Carabinieri Gino Balletti.
Insieme formano la SILA, la Squadra Investigativa sugli infortuni sul lavoro.
Felicino è di origine calabrese, ma vive ormai da anni a Viareggio, descritta in tutta la sua bellezza da Sgrò da diventare la coprotagonista del romanzo. Ed è in una Viareggio così bella che si nascondono i motivi che portano una mente malata ad uccidere due persone. Tra feste e uomini facoltosi, yacht bellissimi e imprenditori, si nasconde un lato oscuro dell'animo umano che il nostro ispettore riesce a svelare con maestria.
Sgrò ha saputo creare un personaggio affascinante  e molto capace, un vero investigatore. Un uomo un po' burbero, ma che non si può non amare per la sua grande professionalità e la passione che mette nel suo lavoro.
Felicino è, a mio parere, un investigatore che farà strada e che sicuramente può piacere ai lettori di gialli.


Nessun commento:

Posta un commento