Tu leggi? Io scelgo...#7 Non è la fine del mondo di Alessia Gazzola



Benvenuti al nuovo appuntamento con la rubrica Tu leggi? Io scelgo ideata da Rosaria e ChiaraOgni mese scegliamo un libro da un blog che partecipa a questa iniziativa. Questo mese dovevo scegliere uno dal blog di Silvia.
Tra le sue letture ho scelto questo.


Titolo: Non è la fine del mondo
Autrice: Alessia Gazzola
Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione: 26 maggio 2016
Pagine: 219, Brossura
Costo: cartaceo € 15,00 eBook € 6,99

Descrizione:

Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento - ma solo per il momento - insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell'odierna zitella, solo l'allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov'è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell'affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?


Recensione:

Ho conosciuto Alessia Gazzola attraverso i libri dedicati al Alice Allevi e mi è piaciuta subito.
Scrive molto bene, è simpatica e divertente e i suoi personaggi sono tratteggiati in modo convincente.
Sono sempre persone comuni, impegnati in una lotta perenne per affermarsi nella vita e, nel caso della protagonista di questo libro, con la capacità di reinventarsi se non si è in grado di svolgere il lavoro per il quale ci si è preparati da tempo.

Emma, stagista presso una casa di produzione, viene all'improvviso lasciata a casa dal lavoro per i soliti motivi: mancanza di lavoro, tagli qua e là e, ciliegina sulla torta, collega poco preparata, ma raccomandata che può prendere il suo posto.

Attorno a Emma agiscono personaggi più o meno simpatici. una sorella in crisi con il marito, strani scrittori e uomini presi così tanto dal lavoro da non rendersi conto che è importante anche coltivare rapporti umani e civili con altre persone.
E poi c'è l'eterna rivalità sul lavoro che comunque non scalfisce di un millimetro la forza di volontà e l'animo buono di Emma che si reinventa come commessa in un negozio di abiti per bambini.
Emma potrebbe tranquillamente essere scelta come la rappresentante ideale di ciascun giovane che ogni giorno lotta per farsi strada nel lavoro!

E' un romanzo godibile, si legge in fretta, scritto con uno stile semplice. Affronta con pacatezza i problemi che affliggono i giovani d'oggi arrivando al cuore delle persone e facendole riflettere su ciò che sta accadendo nell'ambito del lavoro in questa Italia tormentata.

Se per Emma ci sarà una sorta di riscatto dovrete leggere il libro. 
Non aspettatevi un personaggio simile ad Alice Allevi, ma anche Emma può riservare delle sorprese.

Allego il calendario delle altre recensioni di questa rubrica.



29 commenti:

  1. come sai io e Alice non siamo molto in sintonia ma Emma invece mi era piaciuta davvero tanto. mi ha divertita e intenerita e la sua storia l'ho trovata davvero godibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio contenta. Diciamo che Emma è diversa da Alice, più seria e responsabile.

      Elimina
  2. È una storia che conosco già questa! Provata direttamente sulla pelle...spero che alla fine lei non ritorni alla vecchia vita 😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhh, mi dispiace, ma te lo consiglio. E' un bel libro.

      Elimina
  3. Non mi piace il suo stile, ho letto uno o due libri de L'allieva ma non mi ci trovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è decisamente diverso, ma ci sono tanti di quei libri da leggere che puoi accantonarlo benissimo.

      Elimina
  4. ho il libro da leggere da molto, spero di recuperarlo presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio. secondo me ti piacerà. Fammi sapere.

      Elimina
  5. Non conoscevo questo libro e la tua recensione mi ha molto incuriosita, penso proprio che proverò a leggerlo.

    RispondiElimina
  6. Messo subito in wishlist, questo perché è da tempo che vorrei leggere un libro della Gazzola, ma volevo evitare quelli della serie L'allieva, perché ho seguito tutta la fiction e come spesso accade i film non hanno lo stesso spessore dei libri, ma siccome mi è piaciuta molto e non vorrei trovare difetti o pregi, speravo di leggere qualcos'altro di questa autrice che sembra essere molto brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente. Emma è un personaggio completamente diverso da Alice. sono convinta che ti piacerà.

      Elimina
  7. Io l’ho letto prima di leggere tutta la serie di Alice! Hai ragione,molto diverse le protagoniste,ma accumunate da una scrittrice divertente che le ha sapute rendere molto molto amabili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e' vero. Pur nella loro diversità le ho apprezzate entrambi. Anche se devo die che preferisco Emma.

      Elimina
  8. Sembra carino, non ho ancora letto nulla di quest'autrice, magari recupererò partendo da questo libro

    RispondiElimina
  9. Non ho ancora letto nulla della Gazzola, nonostante io abbia più di un suo libro nella mia libreria.
    ..Credo proprio che inizierò da questo :)

    RispondiElimina
  10. Devo ancora affrontare questa autrice ma c'è un qualcosa che mi frena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora passa oltre. Se non si è convinte meglio non rischiare. Con tutti i libri che abbiamo da leggere...

      Elimina
  11. Lo lessi l'estate in cui uscì al mare. Una lettura leggera e di evasione, ideale per il periodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Gazzola mi piace proprio per questo. Ogni tanto ci vogliono così.

      Elimina
  12. Ciao mi presento sono Fedy, il tuo blog è molto bello e interessante.
    Sono una tua lettrice fissa. Se ti va passa a dare un'occhiata al mio blog https://lapiccolalibreriadelcuore.blogspot.it ne sarei molto felice…

    RispondiElimina
  13. Io non ho ancora letto nulla della Gazzola, spero che il 2019 sia l'anno giusto per iniziare!

    RispondiElimina
  14. è nella mia wishlist da un sacco di tempo. A volte se penso a quello che vorrei leggere mi viene da piangere perchè non avrò mai il tempo. Bellissima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono talmente tanti di quei libri da leggere e così poco tempo che viene da piangere anche a me.

      Elimina
  15. Non ho ancora letto nulla della Gazzola, ma vorrei farlo. Questo sembra carino!

    RispondiElimina