Sono sempre io, di Jojo Moyes


Titolo: Sono sempre io
Autrice: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018
Pagine: 440
Costo: cartaceo € 19,00 eBook € 9,99

Descrizione:

Lou Clark sa tante cose... Ora che si è trasferita a New York e lavora per una coppia ricchissima e molto esigente che vive in un palazzo da favola nell'Upper East Side, sa quanti chilometri di distanza la separano da Sam, il suo amore rimasto a Londra. Sa che Leonard Gopnik, il suo datore di lavoro, è una brava persona e che la sua giovane e bella moglie Agnes gli nasconde un segreto. Come assistente di Agnes, sa che deve assecondare i suoi capricci e i suoi umori alterni e trarre il massimo da ogni istante di questa esperienza che per lei è una vera e propria avventura. L'ambiente privilegiato che si ritrova a frequentare è infatti lontanissimo dal suo mondo e da ciò che ha conosciuto finora. Quello che però Lou non sa è che sta per incontrare un uomo che metterà a soqquadro le sue poche certezze. Perché Josh le ricorda in modo impressionante una persona per lei fondamentale, come un richiamo irresistibile dal passato... Non sa cosa fare, ma sa perfettamente che qualsiasi cosa decida cambierà per sempre la sua vita. E che per lei è arrivato il momento di scoprire chi è davvero Louisa Clark.


Recensione:

Avevamo lasciato Lou Clark in partenza per New York alla fine di Dopo di te.

Ora mi chiedo, per quanto andremo avanti?
Se dicessi che il libro non mi è piaciuto direi una bugia. Rispetto al secondo Sono sempre io è più dinamico e divertente. Il personaggio di Lou riesce ad acquistare più spessore, non è più la semplice ragazza di una volta, è più energica, riesce ad reinventarsi più facilmente quando la vita le riserva brutte sorprese (e nel libro sono parecchie), anche se è sempre spinta dal ricordo di Will che aleggia come una presenza quasi inquietante per tutto il libro. Lou lotta, piange, fa nuovi incontri anche molto interessanti e lavora tanto combinando come al solito un sacco di pasticci.

Però ammettiamolo, anche di questo libro potevamo fare a meno!

E' vero che si è sempre curiosi di sapere cosa succede dopo la parola fine ai nostri eroi, specialmente quando si amano alla follia come mi successe con Lou nel primo indimenticabile libro, ma adesso basta. 
Will, l'amato e bellissimo Will non c'è più e Lou, la ragazzina semplice e senza filtri,  mi sembra ormai solo una grande operazione di marketing ed è un vero peccato, perché a me  piaceva tanto. Certe volte ho come l'impressione che la Moyes si sia pentita di aver fatto morire Will nel primo libro e che stia cercando di rimediare al disastro.
Ah, tanto per dire, il suo fidanzato, Sam Ambulanza, non mi piace per niente e speriamo che la faccenda finisca qui!

2 commenti:

  1. io non l'ho letto. Ce l'ho su kindle ma dopo la cocente delusione del secondo volume non mi va tanto. per me Io prima di te doveva restare unico. Lou da il meglio di se in quel libro e dei seguiti ne avrei fatto francamente a meno. La Moyes è una buona autrice secondo me non aveva bisogno di scrivere altre storie su Louisa Clark poteva dedicarsi ad altri progetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te. La storia doveva finire con la morte di Will.

      Elimina