In nome del male, di Fabrizio Carcano


Titolo: In nome del male
Autore: Fabrizio Carcano
Editore: Ugo Mursia
Data di pubblicazione: 11 giugno 2018
Pagine: 374, Brossura
Costo: cartaceo € 18,00

Descrizione:

Un cimitero abbandonato, un cadavere carbonizzato, segni di messe nere e riti satanici. Il demonio è tornato per fare giustizia: sei peccati, sei peccatori, sei delitti annunciati. È cominciata l’indagine più difficile del commissario Bruno Ardigò su cui incombe una sentenza di morte. Da cacciatore a preda, con un solo alleato, il demonologo Dario Vanner, dovrà sprofondare negli abissi del Male per scoprire chi uccide nel suo nome.

Recensione:


La vicenda narrata in questo libro si svolge a Milano ed è impostata su uno strano messaggio che il commissario Ardigò trova in una chiesa della città. In sostanza il messaggio rivela che in tutto ci saranno sei delitti, sei persone, o meglio sei peccatori, verranno uccisi e l'ultima, la sesta, sarà proprio il commissario.

Ardigò mi piace, è un uomo di grande spessore: determinato, dedito al lavoro burbero, forte e indubbiamente coraggioso, perché ci vuole davvero molto coraggio a portare avanti le indagini sapendo di essere una probabile vittima, ma per il resto la storia non mi ha convinto.

Ci sono troppi personaggi, l'alternanza continua delle varie vicende che li riguardano mi ha mandato in confusione, il libro infatti è diviso in capitoli lunghissimi dove vengono narrate varie storie
che si incastrano una con l'altra rendendo spesso difficile seguire il racconto.

Nel libro ci sono continui richiami al satanismo e il linguaggio utilizzato è spesso crudo, probabilmente per dare enfasi a ciò che sta accadendo, a volte però mi è sembrato esagerato e in qualche caso fuori posto. Ok che siamo davanti a un pazzo assassino, ma cerchiamo di limitarci a certe esternazioni!
Insomma, non mi ha convinto del tutto e penso proprio che abbandonerò Ardigò al suo destino.

4 commenti:

  1. Ho conosciuto l'autore in un book festival bar ed ero curiosa di conoscere il parere di blogger che cstimo su di lui.
    Mi sa che lascio perdere

    RispondiElimina
  2. Uhmmm...cara Laura posso confessarti che tutto ciò che riguarda l'Angelo del Male, proprio non mi attira? Né nei libri, né nei film. Anzi, proprio rifuggo questo argomento.
    Un saluto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susa, non ti ci vedo proprio a leggere questo libro.

      Elimina