Stelle minori, di Mattia Signorini


Titolo: Stelle minori
Autore: Mattia Signorini
Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione: 6 giugno 2019
Pagine: 224, Brossura
Costo: cartaceo € 16,50 eBook € 9,99

Descrizione:

Sono passati nove anni dal giorno che ha deviato il corso della vita di Zeno, quando è morto in un tragico incidente il suo professore, Nicola Sceriman. Ora Zeno ha trent'anni, insegna in un liceo e sta per sposarsi: è arrivato il momento di fare i conti con il passato. Perché solo lui e Agata, la sua ragazza di allora, conoscono la verità su quella morte. Ed è proprio Agata a rompere l'antico patto di silenzio fra loro, attraverso una lettera in cui gli chiede di incontrarla: "Ci sono delle cose che ancora non sai, Zeno. È sull'Altopiano di Asiago che è iniziato il nostro silenzio, e credo sia lì che dobbiamo concludere quella storia, adesso con le giuste parole. Ho bisogno di farlo, perché ho paura di quello che succederebbe alla tua vita se ritornasse a galla tutto quanto". Nel ricostruire quella serata torna l'amore che legava Zeno e Agata e tornano le promesse di futuro che gli anni dell'università e della gioventù portavano con sé e torna il fascino sprigionato da Sceriman - autore di un solo romanzo, acclamato dalla critica e amato dai ragazzi, «La natura umana», e professore anticonvenzionale, capace di stringere con gli allievi rapporti di grande vicinanza, di coinvolgerli in progetti ambiziosi, esaltanti... Ma tornano anche le verità nascoste, le ombre che di quegli anni raccontano un'altra storia.
Recensione:

Ci sono stelle che brillano più delle altre, e poi ci sono quelle che ricordano Zeno, il protagonista di questa storia: sono praticamente invisibili all'occhio umano.

Zeno è un solitario, vive in un paese di provincia, legge tanto perché è il tipo di persona che usa i libri per tenersi lontano dal mondo, a differenza di Agata che attraverso la lettura e la scrittura cerca invece di comprenderlo meglio.

Si conoscono all'università, si amano di un amore malato a mio avviso: mentre Zeno perde letteralmente la testa per lei, Agata tentenna, si nega, sparisce per giorni per poi ricomparire come se niente fosse.
Accanto a loro c'è Nicola Sceridan, un professore: ha scritto un solo libro nella sua vita, ha avuto un successo enorme e infine si è dedicato allo studio della filosofia. Proprio la sua opera ha aiutato negli anni Zeno ad affrontare la sua solitudine.

Stelle minori racconta la loro storia: la loro vita complicata.

L'azione si svolge per lo più sull'Altopiano di Asiago e su due piani temporali: un passato scomodo e da dimenticare, un presente costruito su misura, ma poco stabile, messo in discussione appena il passato bussa alle spalle di Zeno per chiedere il conto.
Zeno mi ha fatto tenerezza, dolce, tranquillo, forse anche troppo e solitario. 
Agata invece non mi ha fatto una buona impressione ed è nel libro un elemento disturbante, è a mio avviso fastidiosa, i suoi continui e repentini cambiamenti di idea e di umore non la rendono empatica; entrambi cercano comunque di salvarsi e proteggersi da un passato fatto di perdite e di segreti. 
Fra i due però Agata è quella che ci riesce meglio.

Per tutto il libro ho sperato che Zeno prendesse la saggia decisione di allontanarsi da lei, la fine poi mi ha spiazzata lasciandomi a bocca aperta, se Signorini voleva stupire il lettore con me c'è riuscito alla grande.

E' un libro che fa pensare a quanto le decisioni dettate da un amore sbagliato o da un impulso del momento possano influire sulla vita delle persone e sulle loro scelte, è un libro intenso fatto di amore e dolore. Un esempio di come spesso non sia per niente semplice chiudere con il passato.

Nessun commento:

Posta un commento